Steve Jobs, addio al visionario che ha cambiato il mondo

Steve Jobs, addio al visionario che ha cambiato il mondo

Visionario, creatore dell’impero Apple, ha rivoluzionato il mondo della tecnologia  diventando idolo di migliaia di giovani che hanno fatto del suo motto “stay hungry, stay foolish” un diktat. I suoi keynote, ai quali si presentava sempre in jeans, con l’immancabile dolcevita nero, lasciavano incollati allo schermo il mondo intero in attesa di scoprire quale altro gioiello tecnologico avesse partorito la sua mente geniale. Il 4 ottobre, in occasione della presentazione del nuovo iPhone 4s, lui non c’era e la sua assenza si è fatta sentire.
Aveva lasciato ogni incarico operativo trasferendo, il 24 agosto scorso, la guida del suo impero a Tim Cook.
Questa notte uno scarno comunicato di Apple dà la notizia “Steve Jobs è morto”. Aveva 56 anni e da 7 lottava contro un cancro al pancreas. In contemporanea sul sito appare una foto in bianco e nero di Jobs accompagnata dalla data di nascita e quella della morte.
La notizia è battuta dalla stampa di tutto il mondo e qualsiasi commento o ricordo suonerebbe già sentito e ridondante.

Il culmine dei suoi celebri keynote arrivava con la sua nota frase “One more thing” e in questo momento ci sentiamo di dire ancora una cosa sola… ci mancherai!

2 risposte a Steve Jobs, addio al visionario che ha cambiato il mondo

  1. Luca Papa scrive:

    Ma, cosa più importante, Viral Farm perde il suo visionario, il suo faro, lo startupper a vent’ anni, mente geniale del nuovo millennio – Davide Dattoli. Una ferita che non potrà mai guarire del tutto. Grazie, Dattoli, per tutto quello che hai potuto e voluto dare a questa piccola startup bresciana.

  2. anonymous scrive:

    ma và che ne han guadagnato tutti, tu non lo conosci forse